L’impegno ambientale delle case automobilistiche è un driver rilevante per il loro successo sul mercato: la sensibilità di un consumatore più attento alle variabili ambientali, l’impegno delle istituzioni verso la tutela dell’ambiente sono solo alcuni fattori che hanno spronato le case automobilistiche nella realizzazione di veicoli in grado di rendere la mobilità su ruote più sostenibile.

Mazda Motors Coroporation si è distinta, portando avanti un impegno strategico verso la sostenibilità, votato a ridurre il 30% dei consumi delle proprie vetture in tutto il mondo, entro il 2015.

Un impegno che prende il nome di “Zoom Zoom Sostenibile” ed è supportato da 3 innovazioni tecnologiche, realizzate da Mazda in Giappone.
 

  • Sistema Mazda Smart Idle Stop – SISS: è una tecnologia innovativa che stoppa automaticamente il motore e lo riattiva, bilanciando le fasi di compressione e le fasi di espansione nel blocco cilindri, per garantire il migliore equilibrio di volume d’aria in ogni pistone. Questo meccanismo permette di ottenere valori di pressione accettabili all’interno dei cilindri prima ancora che il motore venga riavviato di nuovo. I benefici? Un’ avviamento più morbido e un risparmio notevole di carburante del 9% circa. Il sistema è stato pensato per far fronte alle emissioni inutili ed eccessivi provocati dalle code ai semafori. Spegnere il motore invece di lasciarlo al minimo riduce le emissioni di CO2 e permette la riduzione del consumo di carburante.
  • Nuovo motore Turbo Diesel MZR: il nuovo motore migliorato è un diesel common rail, ad emissioni contenute, con cilindrata di 2.2 litri, sviluppato da Mazda per la motorizzazione della nuova Mazda6 e dei modelli futuri, verrà introdotto in Europa entro fine anno. Questo motore genera meno gas nocivi per l’ambiente ma senza perdere di potenza.
    Inoltre l’attenzione per l’ambiente viene sostenuta dall’aggiunta di un singolare filtro antiparticolato in grado di rimuovere in maniera efficiente il particolato del gas di scarico.
  • Tecnologia innovativa per la modanatura delle plastiche: il fine è quello di ridurre il peso delle parti in plastica sui veicoli, senza comprometterne le prestazioni. La nuova tecnica costruttiva ideata da Mazda, che va ad ampliare la già conosciuta Strategia del Grammo Mazda, oltre alla riduzione del peso, taglia del 20/30 percento il consumo delle resine usate come materia prima, riducendo di conseguenza le emissioni di CO2.
    Il risultato consiste nell’avere auto più leggere e più efficienti in termini di consumi di carburante rispetto alle loro versioni precedenti

“L’impegno di Mazda è quello di lavorare alla creazione di un futuro sostenibile capace di offrire più felicità ed emozioni alle persone che vivono in una società globale, creando vetture capaci di emozionare e catturare visivamente il cuore dei clienti oltre ad offrire un’esperienza di guida piacevole, che riesca a legare i clienti al marchio Mazda. Realizzando motopropulsori sempre più efficienti e puliti e sforzandosi di ridurre il peso delle vetture, Mazda offre un contributo considerevole nel rispetto dell’ambiente”.

Queste le parole dichiarate da Seita Kanai, membro del Consiglio di Amministrazione di Mazda, dirigente Senior e responsabile del settore R&D, in occasione dell’annuncio della visione tecnologica e dei piani strategici futuri di Mazda.

fonte: infomotori. com

Lascia un commento