In linea con l’impegno di diffondere i temi della RSI e della sostenibilità, BilanciaRSI ha deciso di supportare il Global Compact, network mondiale che unisce diversi attori istituzionali, imprese e organizzazioni della società civile, al fine di promuovere la cultura della Cittadinanza d’Impresa.

Come nasce il Global Compact

L’idea di creare una piattaforma comune di questo stampo è nata durante il World Economic Forum di Davos, il 31 Gennaio 1999, per volontà dell’ex Segretario Generale delle Nazioni Unite Kofi Annan. In questa sede si invitava i leader dell’economia mondiale a supportare la creazione di un’iniziativa internazionale in supporto di nove principi universali relativi ai diritti umani, al lavoro e all’ambiente, che avrebbe unito imprese, agenzie delle Nazioni Unite, organizzazioni sindacali e della società civile. Da Giugno 2004 ai nove principi è stato aggiunto un decimo, relativo alla lotta alla corruzione.
A distanza di quasi dieci anni, il Global Compact si è sviluppato rapidamente e si presenta oggi come un network in continua espansione.  Vi partecipano un crescente numero di imprese e organizzazioni, provenienti da tutte le regioni del mondo, che volontariamente decidono di collaborare per contribuire alla realizzazione di “un’economia globale più inclusiva e sostenibile” attraverso la condivisione, il supporto e l’applicazione dei principi promossi dall’iniziativa.
Attraverso il potere di un’azione collettiva, il Global Compact cerca di promuovere la responsabilità sociale delle imprese per far sì che il mondo del business possa contribuire a trovare delle soluzioni alle sfide della globalizzazione. In tal modo il settore privato, in partenariato con altri attori sociali, può contribuire alla realizzazione dell’obiettivo proposto: un’economia globale più inclusiva e più sostenibile.

Obiettivi principi del Global Compact

1.    far diventare il Global Compact e i suoi dieci principi parte integrante della strategia e delle operazioni quotidiane delle imprese che vi adersicono;
2.    Catalizzare le azioni a sostegno di una più ampia visione degli obiettivi delle Nazioni Unite, compreso il “Millennium Development Goals”
Per raggiungere questi obiettivi sono stati predisposti quattro strumenti: il Dialogo sulle politiche, il Forum per l’apprendimento, la creazione di Network locali e la realizzazione di Progetti di partenariato.
Il Global Compact non è uno strumento regolatore, ma confida sull’opinione pubblica, sulla trasparenza e su una nuova consapevolezza degli interessi individuali delle imprese, del mondo del lavoro e della società civile, per avviare e condividere un’azione sostanziale basata sul rispetto dei dieci principi del Global Compact.
Questo network coinvolge tutti i possibili attori interessati: i governi che hanno definito i principi sui quali si basa l’iniziativa;   le imprese   alle quali è indirizzata l’iniziativa; il mondo del lavoro nelle cui mani risiede il processo produttivo; le organizzazioni della società civile che rappresentano la più ampia comunità degli stakeholder; e le Nazioni Unite che rappresentano l’unico vero forum politico globale.

Per maggiori informazioni visita il sito del Global Compact.

1 comments on “Supportiamo il Global Compact

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.