Sicuramente la sostenibilità delle organizzazioni della società civile, dei cittadini, delle imprese non può prescindere dalla sensibilità delle singole persone: formazione: ecco la parola chiave per diffondere la cultura di una sostenibilità autentica.

Senza dubbio gli istituti scolastici, per la loro stessa mission, sono i luoghi migliori per crescere le generazioni del futuro nel rispetto di valori, quali il rispetto dell’ambiente, la gestione razionale dell’energia, ecc. E, in questo caso la formazione alla sostenibilità è realizzata soprattutto da azioni pratiche. E allora ecco che le scuole hanno intrapreso un percorso in questa direzione, un percorso in molti casi già avviato da anni, in crescita, ricco di risultati positivi.

In merito, Ecosistema Scuola, l’indagine di legambiente su 103 comuni capoluogo di provincia (con 2 nuove province), che tramite questionario, forniscono informazioni relative alla qualità delle strutture della scuola dell’obbligo presenta buone novità per il 2008. Spicca soprattutto il crescente rinnovamento delle scuole nell’ottica della sostenibilità. L’ultima finanziaria ha dato delle opportunità in questa direzione, specialmente in materia energetica: mentre rimane stabile, rispetto agli anni passati, il ricorso a fonti d’illuminazione a basso consumo (quasi il 50% delle scuole italiane), gli istituti scolastici che utilizzano energia alternativa e che hanno praticato il risparmio energetico sono raddoppiati rispetto al 2006, rispettivamente dal 3,98% al 7,45% e dal 7,06% al 16.49%.

Anche le percentuali di raccolta differenziata si assestano su valori positivi: con il 72,27% la carta resta il materiale più differenziato. Seguono la plastica (53,86%), il vetro (47,63%), l’organico (42,43%) e altri materiali come toner (38,59%) e pile (38,72%). Anche la qualità alimentare è in costante aumento, attraverso la creazione di vere e proprie mense “biologiche”: l’8,15% delle mense scolastiche serve pasti interamente biologici. Questa percentuale risulta diminuita, rispetto a quella dello scorso anno, in favore, tuttavia, di un aumento cospicuo (il doppio) di mense parzialmente bio (80,3%). Se gli autobus sono abbastanza diffusi e disponibili nel 36,26% dei casi, le aree verdi per le attività sportive, invece, sono presenti nell’82,03% del campione.

Per maggiori informazioni si veda il report Ecosistema Scuola 2008.

Lascia un commento