Misurazione degli impatti e reperibilità dei dati: le sfide del reporting di sostenibilità

È ormai noto agli addetti ai lavori come la CSRD abbia rivoluzionato il concetto di materialità e introdotto quello di materialità d’impatto. Come definito dall’EFRAG, una questione di sostenibilità è materiale dal punto di vista dell’impatto se “the undertaking is connected to actual or potential significant impacts on people or the environment and is related to the sustainability topic over the short, medium or long term”. Ciò include i) gli impatti direttamente causati o a cui ha contribuito l’impresa e ii) gli impatti che sono direttamente collegati alla catena del valore a monte e a valle dell’impresa.

Nei paragrafi successivi faremo una riflessione in merito alla capacità delle organizzazioni di misurare gli impatti e reperire i dati necessari al calcolo degli indicatori di sostenibilità, utili ai fini di tale misurazione.

Contattaci

L’impatto come concetto poliedrico

Partiamo da una definizione: per impatto si intende l’effetto (negativo o positivo) generato (intenzionalmente o meno) da un’organizzazione nell’espletamento delle proprie operazioni di business. 

Tutti generiamo impatti, specialmente negativi, sull’ambiente esterno che ci circonda, e li generiamo in misura differente sulla base delle nostre attività e risorse. Una persona appartenente ad una fascia di reddito medio-elevata che si reca tutti i giorni in ufficio con un’auto alimentata a benzina causerà un impatto emissivo superiore rispetto ad un soggetto che si reca a lavoro in bicicletta. Dall’altra parte, quest’ultimo potrebbe avere comportamenti meno responsabili durante l’anno, per esempio, acquistando molti beni prodotti all’estero e viaggiando esclusivamente in aereo.

A questo punto, chi ha un impatto emissivo minore? Chi ha uno stile di vita più sostenibile? Come misurare gli impatti emissivi in modo tale da comparare le due situazioni? Probabilmente si tratta di un confronto che non è possibile effettuare, per lo meno ad oggi, in quanto le condizioni di partenza dei due soggetti e le loro necessità sono completamente diversi. Siamo tutti individui unici, ognuno con i propri bisogni e obiettivi. Lo stesso vale per gli operatori economici.

L’impatto è quindi un concetto poliedrico in quanto chi lo genera è un soggetto (economico) poliedrico. Gli impatti differiscono dal settore di riferimento dell’impresa che lo genera, dalle sue caratteristiche dimensionali ed economiche, dai paesi in cui opera e dalla tipologia di attività svolte. Inoltre, può essere misurato in modi diversi: la scelta di KPI e la definizione di proxy per la valutazione dell’entità di un impatto sono aspetti fondamentali per una misurazione corretta.

Misurazione degli impatti

Una delle maggiori criticità riscontrate dalle aziende che hanno provato a misurare i propri impatti è che non esiste una metodologia standard che prevale sulle altre e che permette un confronto oggettivo tra più realtà. Nonostante le metodologie eterogenee, esistono modelli di riferimento comuni, come quelli proposti dal GRI (cfr. le indicazioni sulla materialità d’impatto riportate nel GRI 3: Temi materiali) e dall’EFRAG (cfr. le indicazioni sulla doppia materialità riportate nell’European Sustainability Reporting Guidelines 1 – Double materiality conceptual guidelines for standard-setting), che forniscono linee guida per l’identificazione e la valutazione degli impatti. Secondo tali indicazioni, Due Diligence di sostenibilitàcoinvolgimento degli stakeholder KPI adeguati non devono mancare in un processo di misurazione che possa considerarsi completo e accurato.

Accessibilità ai dati ESG

Un’ulteriore criticità legata alla misurazione dell’impatto è la reperibilità ed affidabilità dei dati utili al calcolo dei KPI. 

Molto spesso le aziende si ritrovano alla fine dell’anno a voler/dover rendicontare l’impatto connesso ad una certa tematica e non riuscire a reperire le informazioni necessarie. È quindi fondamentale che le organizzazioni definiscano ex ante i dati necessari alla quantificazione degli impatti, in modo tale da poterli monitorare nel tempo e consentire un accesso tempestivo ai dati giusti nel momento in cui serviranno.

I dati non devono solo essere disponibili, ma anche solidi. Ciò significa che le organizzazioni devono:

·        dotarsi di sistemi informatici che consentono di efficientare i flussi informativi, monitorare costantemente i KPI e di ripercorrere il processo di costruzione del dato che confluisce nei report ESG / Bilanci di sostenibilità (fattore che porta vantaggi anche in caso di Assurance esterna); 

·        definire ruoli, compiti e responsabilità nell’ambito del processo di raccolta e consolidamento dei dati ESG, ad esempio, identificando i) data owner che si occupino della registrazione periodica del dato all’interno di appositi sistemi e ii) “validatori” del dato che approvino le informazioni inserite a sistema.

Costruire una “governance dei dati” strutturata è il modo di garantire un processo di misurazione e rendicontazione affidabile ed efficiente.

Scopri di più

Le sfide di sostenibilità

È evidente come le sfide di sostenibilità siano tante: la normativa si evolve rapidamente, i framework di riferimento sono in continuo aggiornamento e mancano ancora metodologie di misurazione universali. Inoltre, la sensibilità degli stakeholder verso i temi di sostenibilità incrementa costantemente, a dimostrazione che la compliance non è più sufficiente per essere competitivi.

Le aziende stanno dimostrando il loro impegno ma serve tempo: tempo per studiare i nuovi standard, per comprendere le metodologie più adatte da utilizzare, per reperire competenze specifiche ed implementare i giusti sistemi.  

Nonostante le numerose criticità, misurare gli impatti è un processo fondamentale per almeno tre motivi: 

1.      Consapevolezza: per misurare gli impatti occorre svolgere una serie di analisi ed approfondimenti che consentono di rendersi conto dell’AS-IS aziendale ed identificare così criticità e punti di miglioramento;

2.     Strategia: conoscere i propri impatti è necessario per indirizzare la strategia aziendale verso obiettivi di sostenibilità concreti. Integrare le strategie di mitigazione degli impatti all’interno del Piano Industriale dell’impresa è un tassello fondamentale per raggiungere i target prefissati;

3.     Trasparenza: comunicare all’esterno i risultati raggiunti è una dimostrazione dell’impegno di sostenibilità dell’organizzazione e contribuisce a rafforzare la fiducia dei propri stakeholder.

Scegliendo noi, scegli il massimo livello di competenza e impegno nella creazione del tuo Bilancio di Sostenibilità

Lorena GazzettiLorena Gazzetti
07:07 12 Apr 24
cordiali e competenti
Serit LavoriSerit Lavori
12:59 04 Apr 24
Servizio e supporto davvero impeccabile. Consiglio vivamente.
Leonardo CaponettiLeonardo Caponetti
14:46 28 Feb 24
Abbiamo avuto modo di conoscere Bilanciarsi per l'assistenza nella richiesta del Rating di Legalità. Siamo rimasti molto soddisfatti per la celerità e la professionalità ricevuta, nella fattispecie il nostro riferimento è stato il Dott. Filippo Amadei. Diamo quindi 5 stelle come feed-back. Leonardo Caponetti Direttore Generale di Cartiera di Cologno Spa
Barbara RossiBarbara Rossi
11:43 23 Feb 24
Maddalena TassiMaddalena Tassi
10:57 19 Feb 24
Azienda molto competente, seria e di grande supporto.
Grazie al lavoro di verifica dei requisiti, compilazione formulario ed assistenza tra i vari temi normativi, hanno elaborato tutti i documenti per l'ottenimento del rating di legalità per la nostra società di Infissi Asserramenti srl. Davvero cortesi e professionali.
CESAF S.r.l.CESAF S.r.l.
16:37 05 Dec 23
Gian-Piero BieleGian-Piero Biele
12:37 05 Dec 23
Professionalità, celerità e gentilezza condita da una massima disponibilità nell'espletamento dell'incarico. Consiglio!
Graziella ScuderiGraziella Scuderi
09:48 16 Nov 23
Crayola ItaliaCrayola Italia
10:00 18 Oct 23
Grande professionalità e disponibilità. In pochi giorni ci hanno permesso di aumentare il rating a 2 stelle fornendoci sostegno per recuperare i documenti necessari e per l'invio della dichiarazione all'AGCM. Precisi e puntuali. Consiglio assolutamente.
Portale KineoPortale Kineo
09:53 05 Oct 23
Da anni collaboriamo con lo staff di Bilanciarsi per la redazione del Bilancio di sostenibilità ed abbiamo trovato personale molto preparato, professionale, disponile, collaborativo ed efficiente, riuscendo così a pubblicare in tempi talvolta anche stretti, il nostro Bilancio.Consiglio vivamente la collaborazione con Bilanciarsi per ottenere un Bilancio di sostenibilità apprezzato da tutti.
Stefano BabiniStefano Babini
15:25 03 Oct 23
Ci avvaliamo da diversi anni di Bilanciarsi. Sempre puntuali, precisi e professionali
Luca FrezzatoLuca Frezzato
13:27 03 Oct 23
Un gruppo di lavoro giovane ma preparato che per due anni ci ha seguito (Impresa Tre Colli S.p.A.) nella redazione del bilancio di sostenibilità. Le stelle se le meritano tutte sia per la competenza sia per la pazienza con cui ci hanno seguito in questo percorso che, visti i presupposti, durerà ancora degli anni. Consigliati!
Annalisa PolliceAnnalisa Pollice
14:14 13 Sep 23
Consulenti preparati e precisi con risultato assicurato.
Monica MonteMonica Monte
09:05 12 Sep 23
Ho collaborato con il TEAM di "Bilanciarsi" in modo proficuo conseguendo in tempi celeri l'obiettivo prefissato.
De Vizia GruppoDe Vizia Gruppo
10:28 11 Sep 23
Sempre disponibili, risultati otenuti, lavoriamo insieme da diversi anni, propone diversi tipi di soluzione per ogni società del nostro Gruppo.
Marco PasquottiMarco Pasquotti
14:30 21 Aug 23
Ottimo servizio da tutto il team di Bilanciarsi. I consulenti sono estremamente preparati e disponibili.
Daniele CavalliniDaniele Cavallini
14:41 11 Aug 23
Supporto professionale ed efficace, grazie!
Riccardo RomaninRiccardo Romanin
13:58 07 Aug 23
Siamo seguiti da anni dalla società "Bilanciarsi" ed il risultato è più che positivo. Professionalità e celerità nei collaboratori. Obiettivi condivisi e raggiunti nei tempi prestabiliti.
Nuvolari ConceriaNuvolari Conceria
06:54 13 Jul 23
Giulia FranzaGiulia Franza
10:39 05 Jul 23
Professionalità, competenza e massima disponibilità.Siamo stati sempre supportati in ogni esigenza con massima efficienza e velocità. Società super consigliata!
Andrea BarbieriAndrea Barbieri
13:26 04 Jul 23
È un team competente e propositivo, non si limita alla semplice operatività.
Da diversi anni, ci avvaliamo di Bilanciarsi per il conseguimento del rating di legalità. L'assistenza è sempre stata ottima, precisa e puntuale. I consulenti sono estremamente preparati, disponibili e cordiali. Ringraziamo Bilanciarsi per i risultati raggiunti, proseguiremo sicuramente il rapporto in futuro e consigliamo a tutti di rivolgersi a Bilanciarsi.
js_loader
Torna in alto