Una nuova strategia per la responsabilità sociale d’impresa

La Commissione Europea ha pubblicato la Comunicazione “Una strategia rinnovata dell’UE per la Responsabilità Sociale d’Impresa 2011-2014”, documento contenente misure volte a rafforzare l’idea di un business europeo socialmente responsabile.

La Comunicazione propone due interessanti novità:

  1. una definizione aggiornata di CSR;
  2. un piano d’azione per il periodo 2011-2014.

Una nuova definizione della CSR

All’interno della Comunicazione, la Commissione propone una nuova definizione di CSR, intesa come “la responsabilità delle imprese per gli impatti che hanno sulla società”

Una definizione che tiene conto di tutti gli impatti delle imprese sulla società, che integra preoccupazioni sociali, ambientali, etiche e di diritti umani nelle proprie attività e nella strategia, in stretta collaborazione con i propri stakeholder, con l’obiettivo di:

  • massimizzare la creazione di valore condiviso per gli azionisti e per gli altri stakeholder e la comunità in senso più ampio, attraverso una approccio strategico di lungo termine alla RSI e lo sviluppo di prodotti, servizi e modelli d’impresa innovativi.
  • identificare, prevenire e mitigare i suoi possibili impatti negativi.

Il Piano d’Azione per il 2011-2014

La Commissione ha previsto un Piano d’azione per il 2011 2014 contenente delle proposte concrete al fine di guidare e coordinare le politiche sulla Responsabilità Sociale degli Stati Membri dell’UE e per sostenere la Strategia Europa 2020.

All’interno del piano d’azione, inoltre, sono presente delle raccomandazioni di azioni per le imprese, gli Stati membri e gli stakeholder:

  • rafforzare la visibilità della RSI e diffondere buone pratiche
  • migliorare e monitorare i livelli di fiducia nell’impresa
  • migliorare le autoregolamentazioni e la coregolamentazione
  • migliorare i meccanismi premianti di mercato per la RSI
  • migliorare la rendicontazione delle informazioni sociali ed ambientali dell’impresa
  • diffondere e sensibilizzare alla RSI attraverso l’educazione, la formazione e a ricerca
  • sottolineare l’importanza delle politiche di RSI nazionali e regionali
  • migliore l’allineamento degli approcci alla RSI europea e globale

In conclusione, Il Documento concretizza l’impegno e la volontà dell’UE di far fronte alla crisi economica attraverso la promozione della RSI, al fine di creare le condizioni favorevoli per una crescita sostenibile, un comportamento delle imprese responsabile, un’occupazione durevole nel medio e lungo.

Per scaricare la Comunicazione dell’Unione Europea clicca qui

Lascia un commento

segreteria@bilanciarsi.it
02.320622772
Torna in alto